FORPIN

È partito il progetto STEAM!

Grazie al finanziamento della Regione Emilia-Romagna e alla collaborazione di ASTER, Forpin lavora insieme ai laboratori della Rete Alta Tecnologia CRAST, LEAP e MUSP perché le istituzioni scolastiche scoprano i luoghi della conoscenza e della ricerca per un più coinvolgente approccio alle discipline STEAM (Science – Technology – Engineering – Arts – Maths).

Il progetto vuole sostenere le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado perché elaborino in rete attività pratiche che favoriscano la scelta di percorsi tecnici e scientifici, particolarmente ricercati dal mercato del lavoro.

La conoscenza diretta dei laboratori permette:

  • ai ragazzi di avvicinarsi alla discipline STEAM, stimolando la costruzione di un proprio percorso formativo, con particolare riguardo al contrasto degli stereotipi di genere.
  • ai docenti di aggiornare le proprie conoscenze ed essere maggiormente consapevoli delle opportunità e della necessità di competenze legate ai processi d’innovazione

Sono 360 gli studenti coinvolti delle scuole di Piacenza e provincia, suddivisi in diversi gruppi classe.

Si tratta:

  • per le primarie del III, IV e VII Circolo di Piacenza
  • per le secondarie di primo grado della Dante-Carducci, della Faustini-Frank-Nicolini e dell’Istituto Comprensivo di Fiorenzuola
  • per le secondarie di secondo grado del liceo Scientifico Respighi, del liceo socio-psico-pedagogico Colombini, del Polo Mattei di Fiorenzuola, del Volta di Castel San Giovanni, dell’Agraria e Alberghiero Raineri Marcora.

Il progetto si articola in tre momenti, opportunamente tarati per fascia d’utenza:

  • il primo modulo è volto alla preparazione dei ragazzi all’esperienza, parlando di STEAM e di come esse sostanzino le attività di ricerca dei laboratori al servizio delle imprese, delle università e del territorio
  • il secondo è dedicato alle visite guidate e ai laboratori sul campo, perché i ragazzi conoscano i luoghi della ricerca e scoprano i ‘volti’ degli stessi ricercatori, che incarnano ruoli specialistici di particolare interesse.
  • il terzo momento ha lo scopo di raccogliere e trasformare spunti ed informazioni in un’esperienza di concreto apprendimento.

Il progetto si conclude alla chiusura dell’anno scolastico in corso.